Tendenze

Il ritorno dei jeans a zampa

Il ritorno dei jeans a zampa d'elefante -

JEANS BOOTCUT. Pantaloni denim a campana di Zara. Vita alta. Passanti vita.

L’estate ce li ha preannunciati ma è con l’autunno che il loro ritorno sta diventando più chiaro che mai! Ripercorrendo la storia dei jeans dagli anni ’70 ad ora ci rendiamo conto che il vecchio e caro jeans a zampa d’elefante non è mai scomparso dal mondo della moda e riappare a intermittenza con qualche periodo di pausa.

Dopo i fuggenti e scatenati anni ’70 – durante i quali i jeans a zampa di elefante divennero un vero e proprio tratto distintivo di quell’epoca – erano tornati di moda negli anni ’90, conquistando le figlie delle ferventi sessantottine di un tempo. Nei primi anni 2000 però sono stati soppiantati dai pantaloni a sigaretta e negli ultimi anni dagli strettissimi jeans alla caviglia skinny. Ma la storia si sa, anche quella della moda, segue sempre un andamento circolare: per questo assieme alle vite alte hanno fatto il loro ritorno i jeans a zampa, un trend di stagione che sta riempendo gli scaffali e le vetrine dei negozi più alla moda.

Chi li ha conservati dunque non dovrà far altro che rispolverarli! Chi li ha dati o non li ha mai avuti non ha tempo da perdere! Vediamo quali sono tutti i pregi dei pantaloni a zampa di elefante!

Perché scegliere un jeans a zampa d’elefante?

A differenza dei jeans skinny che non donano a chi non ha un fisico asciutto e gambe lunghissime, il jeans a zampa si adatta benissimo sia alle più magre che alle più in carne. La differenza può farla il modello e la vita. Chi ha un fisico curvy deve prediligere i jeans scuri e a vita alta. Il lavaggio blu scuro non solo ha quell’effetto snellente tipico del nero e la vita alta sostiene quei cosìddetti rotolini di troppo che tanto odiamo, evitando quell’effetto salsicciotto sotto la maglia. Chi invece ha un fisico asciutto potrà optare per jeans dai lavaggi più chiari dalla vita più bassa.

Quali scarpe utilizzare?

Tacchi, zeppe o stivaletti con plateu! Per creare l’effetto di una gamba lunghissima non si può rinunciare alle altezze; le scarpe basse sono vietate! Di conseguenza l’orlo dei vostri pantaloni deve adeguarsi alle scarpe che utilizzerete. Non accorciate troppo i vostri pantaloni, il risultato non è dei migliori; ma neanche lasciateli troppo lunghi, potreste rovinarli e inciampare!

Se, poi, non temete i tacchi e la scomodità, un paio di decolleté a punta (magari zebrate) che spuntano dall’orlo dei jeans renderanno il vostro stile ancora più bon ton ed elegante.

Cosa abbinare sopra?

Per rimanere coerenti con lo stile Seventy l’abbinamento più adeguato è costituito da bluse e maglie morbide e scivolate che nascondo un po’ i fianchi, o per lo meno non li accentuano, e rievocano quell’effetto un po’ hippie ( o “figlia dei fiori” per dirlo in italiano) che non dispiace ancora adesso. Ciò ci permette di sbizzarrirci con i colori, i volumi e le fantasie più particolari. Come soprabito possiamo dire di sì al poncho etnico o azteco, alla mantella in lana o a un cappotto o una giacca oversize dal taglio un po’ maschile, ma possiamo continuare anche il nostro amato giubotto di pelle.

Per completare il look non dimentichiamo poi le sciarpe voluminose e le borse extralarge in pelle o tessuto. Le prime, ci proteggono dal fresco autunnale e dal freddo invernale e donano un po’ di carattere in più al nostro stile, le seconde invece sono un accessorio immancabile per contenere tutto ciò di cui abbiamo bisogno durante la giornata.

Tra le proposte più economiche, vi consigliamo di dare uno sguardo alla nuova collezione di jeans ZARA.


 
Immagine via Zara 
Commenta questo articolo!